Incontro con i testimoni privilegiati di Sersale

Incontro con i testimoni privilegiati di Sersale

Incontro con i testimoni privilegiati di Sersale

Ancora un incontro particolarmente produttivo con i testimoni privilegiati del territorio da parte degli animatori territoriali, Lucia Montesanti e Muzio Crispino, che stanno operando nell’ambito del progetto “Servizi integrati di accompagnamento alla stabilizzazione lavorativa e sociale”, finanziato dalla Regione Calabria e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, e promosso dal Circolo Acli “Città del Vento” di Catanzaro.

Si tratta di un progetto finalizzato all’inclusione socio-lavorativa di persone in difficoltà, e in particolare dei giovani cosiddetti NEET (cioè che non studiano e non lavorano) e disoccupati anche di lunga durata.

In questa sua prima fase, il progetto intende far emergere le situazioni di disagio dovute in particolar modo alla difficoltà di inserirsi nel mercato del lavoro, per poter subito dopo cominciare a proporre delle soluzioni, attraverso attività strutturate di accompagnamento alla ricerca attiva del lavoro e all’imprenditorialità nei settori innovativi della Green e Blue Economy.

L’incontro, che si è svolto presso la sala consiliare del Comune di Sersale, è stato promosso dal sindaco Salvatore Torchia, dal presidente del Consiglio comunale Carmine Capellupo e dal consigliere comunale delegato Rosario Colosimo. Nella sua organizzazione sono state coinvolte due assistenti sociali del comune, Francesca Mazza e Lucia Servino, che hanno diffuso le informazioni sull’iniziativa sia mediante i canali tradizionali di comunicazione (volantini e telefono) sia attraverso i social network (facebook e instagram), privilegiando quelle  famiglie destinatarie delle recenti misure di contrasto alla povertà, Reddito di Inclusione e di Cittadinanza, per le quali il Comune di Sersale rappresenta il Punto Unico di Accesso (PUA).

All’incontro, coordinato dagli animatori territoriali del progetto, hanno quindi potuto partecipare circa venti giovani e giovani adulti, metà dei quali ha dato la propria disponibilità a seguire i corsi di formazione alla ricerca attiva del lavoro e all’auto-imprenditorialità che saranno organizzati nelle successive fasi progettuali dal Circolo Acli “Città del Vento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post correlati

Enter your keyword